North Dakota

North Dakota

NORTH DAKOTA

WE0138Il North Dakota è stato “Frontiera”, quella vera, terra dimenticata poiché dura, difficile da dominare, così poco incline alla vita facile: uno state of mindche oggi è un luogo reale, colmo di selvaggia melanconia che accompagna le lunghe strade fiancheggiate da staccionate e mandrie al pascolo. E’ proprio in North Dakota – l’allora Dakota Territory – che Theodore Roosevelt giunse nel 1883 per cacciare il bisonte. Era un giovane newyorchese magrolino, ansioso di provare l’esperienza “dude” nel West e fuggire da tristi fatalità famigliari. Non avrebbe mai potuto allora immaginare quanto questa sua avventura in questa parte remota e poco conosciuta d’America, contribuisse – successivamente – ad un cambio sostanziale del percorso della nazione. Il paesaggio aspro e la vita strenua del North Dakota che Theodore Roosevelt ha vissuto hanno coadiuvato – infatti – la creazione di una politica di tutela del territorio, della quale ancora oggi se ne godono ampiamente i benefici.  Ecco quindi che già solo il Theodore Roosevelt National Park del North Dakota (1947) può essere l’incipit alla scoperta di questo stato: un parco nazionale che onora il 26° Presidente Americano.

Double Sunset G Bluff Gerald BlankIn North Dakota in epoche più recenti nessuno avrebbe mai pensato di trovare il vero Klondike! Il petrolio è infatti la più prolifica risorsa dello stato, tanto da aver trasformato radicalmente la frontiera dell’amaro passato che fu, in un migliore futuro per tutti i suoi abitanti. Il North Dakota ha quindi assicurato benessere per le sue generazioni a venire. Dal 2012 è lo stato con la crescita più rapida ma – nonostante ciò – la sua anima rimane legata all’agricoltura ed all’allevamento, sue industrie principali. L’olio di colza, ad esempio è una produzione leader tanto da riempire tutti i 19 piani dello State Capitol per ben 19 volte, così come la produzione di zucchero che detiene il terzo posto negli USA. Che dire poi del miele che in North Dakota è prodotto più che in qualsiasi altro stato americano, così come la coltivazione dei girasoli.

Il North Dakota conserva uno fascino a dir poco primordiale, sicuramente leggendario, con gelidi e rigidi inverni e calde estati, mostrando i suoi paesaggi e il patrimonio naturalistico di montagne, praterie, canyon ed il grande Missouri River. E’ un grande stato di 193.482 kmq. Lo stato è ripartito in sei regioni che vi illustriamo in questo sito.

Per il viaggiatore in cerca di esperienze autentiche, il North Dakota offre 10 strade scenografiche; 13 Parchi Statali; una quarantina di vigneti e una decina di produttori di vino; il record di 118 campi da golf (il più alto numero per capita negli USA!), 6 Riserve d’Indiani Nativi ed una splendida strada panoramica che le attraversa, 1 Parco Nazionale ed una cinquantina di Siti Storici, oltre all’avventura di solcare lo stesso percorso esplorativo compiuto nell’ ‘800 dai primi grandi esploratori del Corps of Discovery, Lewis e Clark. Il tutto condito dalla schiettezza e dalla tenacia leggendaria dei Dakotans.

Venite  a scoprire il Roughrider State!